Report del Vans Wängl Tängl Contestival 2012

Report | 29 marzo 2012 |

Dieci anni fa seduti ad un tavolo le fervide menti dei ragazzi della Aesthetiker Crew hanno deciso di creare un evento alla base di tutto quello che ci accomuna ovvero snowboard, skate, arte e musica. Ispirati dalle linee di powder offerte dalla WänglSpits, una montagna locale, il nome è stato facile da trovare. Mettetevi comodi perché c’è tanto da dire, per la decima edizione le cose sono state fatte in grande, ecco a voi quindi il Vans Wängl Tängl contestival 2012!


Vans Wängl Tängl 2012 – Re-Cap

Per chi non ha mai sentito parlare del Wängl Tängl deve sapere che ha un format molto originale che lo distingue da tutti gli altri eventi, infatti è una gara a Team, dove trick individuali non contano, ma la precisione e creatività di combo con i tuoi compagni.

SNOWBOARD
Per quanto riguarda lo snowboard, ogni team era composto da 3 ragazzi ed oltre a quelli precedentemente invitati, sabato 18 ci sono state le qualifiche per poter partecipare alla gara. Quest’anno grazie alla sponsorizzazione FIAT abbiamo visto partecipare un Team tutto Italiano alla gara, capitanato da Stefano Munari, che già negli anni passati aveva partecipato all’evento, con Filippo Kratter e Marco Grigis. I nostri ragazzi hanno dimostrato stile e coordinazione, rappresentando la nostra nazione al meglio.


Triple Cock

Giovedì 22 si solo svolte le finali dove abbiamo visto i Finlandesi portarsi a casa il primo premio di questa decima edizione, il nordico team “Triple Cock” composto da Janne Korpi, Peetu Piiroinen e Ville Uotila ha mandato la folla in visibilio quando Peetu ha chiuso un backside 1080 sul secondo kicker mentre Ville con un backside 360 ha sorvolato il backflip 180 di Janne, la situazione si è ulteriormente scatenata nella “Red Bull end section” con il switch front board to switch crippler nel pipe di Peetu, il backside 180 oltre il wallride di Ville e infine Janne ha chiuso la run perfetta con un Alley Oop Backside Rodeo.


Mathias Weissenbacher

Provate ad immaginarvi questa run, ricca di stile e coordinazione. Il secondo posto se lo aggiudicano i giovini “YMCA” con Mathias Weissenbacher, Clemens Schattschneider & Adrian Krainer, che oltre all’uniforme migliore hanno dimostrato uno stile divertente. Il back to back 1080 del giovane Mathias gli ha fatto portare a casa il titolo di Most Impressive Rider of the Day. A chiudere il podio vediamo al terzo posto “The Collective” con Max Buri, Boris Bühler & Tor Lundström e al quarto posto Eric Willett, Arthur Longo, & Kalle Ohlson con il team “Off the Wall”. La best line della giornata va a Ville Uotila con la sua creatività, il suo approccio innovativo con i transfers, un frontside 360 bonk sulla Fiat up box e un backside 180 oltre il wall ride sono stati un piacere da guardare. La best jib line va ad Arthur Longo e Kalle Ohlson con il loro Miller flip high five.

1. The Triple Cock’s (7200 Euro Prize)
Janne Korpi, Peetu Piiroinen & Ville Uotila

2. YMCA (3900 Euro Prize)
Mathias Weissenbacher, Clemens Schattschneider & Adrian Krainer

3. The Collective (1800 Euro Prize)
Max Buri, Boris Bühler & Tor Lundström

4. Team Off The Wall – (900 Euro Prize)
Arthur Longo, Eric Willett & Kalle Ohlson

SKATE
A valle nel parcheggio dello Scotland Yard giovedì si sono svolte le qualifiche di skate e il classico “cash for tricks” dove abbiamo visto Jake Collins arricchirsi sempre di più minuto per minuto. Le crew, composte da due ragazzi per squadra, si sono messe in competizione nelle finali di venerdì sera dove oltre a gran stile ed intesa tra i compagni, si è vista una gran manciata di umanità. Sfortunatamente durante la gara ci sono state due interruzioni che hanno portato l’umore a terra, uno spaventoso shock epilettico e una brutta frattura della caviglia. La decisione è stata unanime, split the money.

ART
L’art show di martedì sera è stato un gran successo, è stato interessante vedere il lato artistico che si nasconde dietro ad atleti di cui conosciamo solo il profilo sportivo. L’opportunità di rilassare la mente e gli occhi da tutto il movimento che ci circondava per soffermarsi su una tavola da disegno è stato un tocca sana. Per che non ha avuto l’opportunità di vedere lo show ecco i nomi degli artisti che hanno esposto:

Schoph Schophield, Mark ‘Fos’ Foster, Richard ‘French’ Sayer, Corey Smith, Blaise Rosenthal, Ed Templeton, Tim Karpinski, Danny Wainwright, Danny Larsen, Tristan Huber.


Vans Wangl Tangl Art Exhibition – Hosted by Looking Sideways

MUSICA
A concludere ogni serata di questo evento ci si spostava tutti, ripeto “tutti”, allo Scotland Yard, un accogliente pub dove si poteva bere e conversare, raggiunto poi quel punto della serata dove la voglia di ballare è troppo forte, l’Arena era un buon canale di sfogo, una discoteca sempre in paese con Dj Set. Come se non bastasse, le ultime sere, mercoledì, gioverdì e venerdì al Music Pavillion si sono svolti concerti per tutti i gusti. Io mi sono particolarmente scatenata con M.O.P. e Roots Manuva venerdì sera anche se il mattino dopo mi rimbombava in testa una sola parola “motherfucker”.

Un programma serale offerto dagli organizzatori del Wängl Tängl che ha fatto divertire tutti quanti!!

Cosa dire infine, il contestival del Wängl Tängl non fa mancare nulla, un evento completo a 360 gradi, se quest’anno siete mancati, non commettete lo stesso errore l’anno prossimo! www.wangltangl.com

Pics: Alex Post, Beckna, RedBull, Danny Wainwright
Txt: Martina Jole Moro

TAG: ,

Commenti
vedi anche

Support Maria Hidalgo per l’Oneill Pleasure Jam Video Challenge

Maria Hidalgo è una giovane spagnola di 17 anni e ha uno scopo partecipare...

|

Trova un freelancer su actionsportsjob.com

ActionsportsJOB.com è la piattaforma dedicata al business negli action sp...

|

Alana Smith: la tredicenne campionessa di skate

I giovani sono il futuro. E non è solamente un modo di dire. Almeno non ne...

|
4ActionMedia - the italian comunica(c)tion company - srl P.Iva 13438550157